Avere molti follower accresce il prestigio di ogni account e questo vale per qualsiasi social network. Per cercare di ottenere più visibilità, in rete si sono diffusi numerosi servizi di compravendita follower che nel giro di poche ore possono aumentare sensibilmente il computo dei seguaci. A volte, pagando di più è possibile scegliere la provenienza, il sesso o l’età delle persone: ma questa strategia funziona davvero?

I follower acquisiti in questa maniera, hanno lo stesso valore di quelli spontanei? Effettivamente ci sono molte differenze e in questo approfondimento ti illustriamo almeno 5 motivi per cui è meglio non comprare follower su Instagram!

#1 Rischi la chiusura dell’account

Per prima cosa, è bene precisare che si tratta di una pratica vietata: è vero che quasi nessuno si mette a leggere i termini e le condizioni di utilizzo dei social network, tuttavia è espressamente proibito acquistare follower e comprare like. Il rischio è quello di vedersi sospendere l’account senza preavviso e senza la possibilità di fare ricorsi.

Ma il pericolo di vedersi chiudere il profilo è solo uno dei motivi per cui è meglio non acquistare fans su Instagram.

#2 Diminuisce l’interazione (engagement)

Il tasso di coinvolgimento e di interazione (engagement) misura sicuramente la qualità di un account: e un audience raccolta spontaneamente è sicuramente più interessata ai nostri post rispetto ad un utente ottenuto tramite servizi a pagamento. In questo senso quindi il vero investimento è quello di cercare di creare una cerchia reale di utenti per accrescere le potenzialità del nostro brand.

Un indice che consente di valutare il grado di interesse tra un profilo e i suoi seguaci ad esempio è osservare un account di oltre 20.000 follower e solo un centinaio di “mi piace” in media per un post, che corrisponde ad un tasso di coinvolgimento inferiore all’1%.

La maggior parte di questi follower quindi rappresenta probabilmente degli account spam oppure degli utenti pagati e non realmente interessati (spesso si tratta anche di bot automatici). Questi account fake, vuoti o privi di interesse reale difficilmente si tradurranno in seguaci e clienti inattivi. Anche i servizi che promettono la vendita di fan veri, in realtà non possono far altro che procurare utenti in base a certe categorie molto generali, senza garanzia che si trasformino in utenti che interagiscono.

#3 Visibilità organica ridotta

Molti numeri quindi, ma poca qualità. E cosa accade ai veri follower che stanno seguendo il canale, insieme agli utenti che si sono registrati attraverso il servizio a pagamento? Succede che se il tasso di coinvolgimento inizia a scendere vertiginosamente anche i contenuti saranno pubblicati con meno probabilità, meno frequenza e saranno spesso e volentieri confinati in fondo ai feed di tutti, compresi coloro che sarebbero stati interessati a seguirti, per davvero. Meno visibilità quindi, esattamente l’opposto di ciò che si voleva ottenere!

#4 Logora il brand

La reputazione del brand è sicuramente messa a dura prova attraverso l’acquisto di follower: come abbiamo accennato in precedenza, non è infatti difficile riconoscere gli account che si sono serviti di servizi a pagamento per gonfiare i numeri dei propri seguaci.

In particolare, quando ci si accorge (rapportando il numero di iscritti e le interazioni) che il profilo è dovuto ricorrere ad utenti fake, l’impressione del pubblico è quella di avere a che fare con un marchio che non è realmente in grado di occuparsi dei suoi potenziali clienti, incapace di fornire abbastanza contenuti di qualità da raccogliere un buon seguito.

Perché allora questo brand dovrebbe mettere cura e attenzione nell’assistenza o nella qualità dei propri servizi e prodotti, quando dimostra di voler solamente apparire più importante attraverso scorciatoie scorrette e prive di spontaneità? Se il social network serve ad umanizzare il brand, questo non è certo un atteggiamento che aiuta a raccogliere consensi!

#5 Perdita del pubblico reale

Perdita di visibilità e di utenti: l’acquisto di follower determina in buona sostanza una perdita di credibilità del profilo. Forse non tutti gli user si accorgeranno che l’account è stato popolato nel giro di poco tempo, tuttavia molti faranno caso al fatto che ci saranno pochi like rispetto al numero di follower complessivi, alimentando il dubbio che ci sia qualcosa che non va proprio come dovrebbe.

Diverse ricerche di marketing hanno dimostrato come nel caso della compravendita degli utenti si registrino all’interno dell’account alti tassi di abbandono da parte del pubblico reale.

Se quindi vuoi aumentare il numero dei tuoi followers ma non conosci bene le potenzialità di questo social network, la soluzione è affidarti al nostro team, ti consiglieremo al meglio, creando una strategia Instagram di crescita su misura in base ai tuoi obiettivi e alle tue possibilità di investimento.

Solo in questo modo il tuo canale Instagram potrà crescere in termini di qualità, reputazione e capacità di interazione con i clienti attuali e futuri: in altre parole, la maggiore soddisfazione dei fan si tradurrà anche in un maggiore guadagno per il tuo brand!